Maestro Huynh Anh Hai

cropped-logo-GLVD.jpgGiao Long Vo Dao è il nome di una scuola originale e tradizionale vietnamita. Il suo fondatore e’ l Maestro Huynh Anh Hai.

Il Maestro ritiene che per imparare il Vo (arte marziale) bisogna prima imparare il Dao la giusta via della vita. Dao significa rispettare il proprio maestro, il prossimo, avere rispetto verso tutti, studiare con sacrificio e con gioia. Il nome Giao long Vo Dao nasce su questi aspetti. Questi sono i principi del buddismo, le basi appunto di questa arte marziale (Il Giao Long è un tipo di dragone serpente di mare).

La caratteristica speciale di questa disciplina del buddismo è la pratica meticolosa Mat Tong, molto diffusa in Tibet. Si tratta di un esercizio che attraverso la meditazione e tecniche specifiche porta gli allievi a raggiungere il Tam (cuore), cioè la pace spirituale per vivere serenamente, consentendo un flusso naturale del proprio sangue.

Il metodo giusto per un praticante di arti marziali per imparare il Giao long Vo  Dao è di riuscire ad allenarsi senza farsi condizionare da elementi esterni. La pace interiore unita alla meditazione consentono all’allievo di Giao Long Vo Dao di non provare ne rabbia e odio per sentirsi più disposto ad amare ed aiutare il prossimo.

Con questi principi di pace, di amore e di sostegno ai più deboli, gli allievi di Giao Long Vo Dao arrivano a desiderare che nel mondo si fermino tutte le guerre e che la pace possa sempre regnare in tutto il mondo, affinchè tutti i bambini possano essere felici e con un sorriso sulle labbra.

 

hai01Il Maestro Huynh Anh Hai nasce nel 1980 nella città di Dong Ha, nella provincia di Quang Tri ma è cresciuto ed ha studiato nella città di Hue.

Spinto dal  suo interesse per la pratica delle arti marziali, sin da bambino, si dimostrò deciso a realizzare il proprio sogno. Iniziò con lo zio che conosceva le arti marziali. Con lui apprese le basi del kung fu.

Da ragazzo, mentre frequentava la prima media arrivò il punto di svolta nella sua vita. Il maestro Hai ci racconta: un pomeriggio ero seduto ad osservare mio nonno mentre limava il legno, quando entrò un monaco e gli chiese di limare 2 sfere di legno molto rovinate che aveva con se. Io mi chiedevo che cosa ci si potesse fare con quelle 2 sfere. Notando la mia espressione seria, il monaco mi accarezzò la testa e mi disse: si usano per praticare le arti marziali, ragazzo mio; il monaco continuò: se vuoi imparare le arti marziali, vieni alla pagoda Tu Quang ad incontrare il maestro Tich Giai Phuoc, e ti insegnerò.

Da allora ogni fine settimana, il maestro Hai andò alla pagoda per imparare il kung fu con il maestro Thich. Oltre al combattimento, al maestro Hai vennero insegnate molte filosofie insieme ai giusti comportamenti del kung fu e la regole buddiste. Grazie alla sua passione e all’entusiasmo del maestro Phuoc, la sua ambizione continuò ad aumentare. La sua mente era sempre occupata dal pensiero delle arti marziali, ripassava le 18 arhats della scuola, studiando anche movimenti nuovi.

Condividendo con noi questa sua ambizione, il maestro Hai ci racconta: “la mia famiglia ha ostacolato la mia passione avendo il timore che interompessi i miei studi per imparare le arti marziali. Per me erano tutto, allora chiesi ai miei genitori di poter diventare un monaco buddista per poter realizzare sia le mie ambizioni nelle arti marziali sia allo stesso tempo rendere orgogliosi i miei genitori nello studio.

Dopo aver studiato l’arte marziale alla pagoda Tu Quang per 4 anni con il maestro Thich  Giai Phuoc, il maestro Hai fu costretto a partire per poter continuare la sua carriera di monaco buddista. La grande ambizione del maestro  Hai, quella di imparare tutti i movimenti delle arti marziali e del kung fu, lo portò a cercare altri luoghi dove poter approfondire i suoi studi, l’opportunità più vicina era nella città di Hue. Li trovò le pagode di Kim Ten, Tu Van e altre. Nel 1995, quando Hai frequentava la scuola superiore, fece visita al maestro Truong Quang Kim, gran maestro della scuola Van An, una delle più famose scuole di arti marziali nell’antica capitale di Hue, e gli chiese il permesso di diventare suo discepolo. Con la sua dedizione e con grande passione nell’apprendere le arti marziali, il maestro Hai divenne uno dei migliori discepoli della scuola Van An. Nel 1998 chiese al maestro Kim di unirsi alla Hung Gar – scuola della scimmia del maestro Nguyen Van Anh, vice gran maestro della scuola.

Seguendo il maestro Nguyen, Hai imparò molte filosofie del kung fu, oltre ai giusti modi di comportarsi. Le numerose esperienze di vita gli insegnarono e lo aiutarono ad ottenere molti successi.

Questa passione che lo spingeva sempre a migliorare lo costrinse a lasciare la propria città per trasferirisi ad Ho Chi Minh (Saigon) per poter creare il proprio futuro e continuare i suoi studi all’università dove studia aministrazione aziendale. La sua ambizione per l’arte marziale non si è mai affievolita e ha continuato a studiare con il maestro Le Van Lam, gran maestro della scuola,Tay Son Sho Linh e con il maestro Luu Phuoc Thanh della scuola Bach Mi.

Per continuare gli studi dovette fare numerosi lavori part-time, come cameriere, agente di assicurazioni e agente di sicurezza nei locali pubblici. Ma non gli dispiaceva lavorare duramente purché gli fruttasse un buon guadagno, basandosi unicamente sulle sue capacità.

Il maestro Hai è una persona dall’animo forte, possiede buone capacità ed è sempre concentrato su ciò che fa; da sempre il meglio di sé ed è sempre pronto ad impegnarsi per ottenere il risultato che vuole. E’ un praticante di arti marziali,  è dotato di forte volontà e di grande determinazione, il maestro Hai si incoraggia sempre a superare ogni difficoltà e le prove a cui si sottopone in modo tale che riesca a raggiungere il suo obiettivo: affermarsi nel mondo del lavoro e creare la sua scuola di arti marziali, il  Giao Long Vo Dao.

Con l’obbiettivo ben chiaro nella sua mente, il maestro creò la federazione delle arti marziali Giao Long Vo Dao. Lui e i suoi allievi più fedeli, stanno provvedendo a formare insegnanti che possano rappresentare e divulgare il Giao Long Vo Dao nel mondo.

Inoltre il maestro Hai ha la convinzione che gli allievi della sua scuola debbano:

  • imparare l’arte marziale per migliorare sè stessi e non prevaricare sugli altri
  • tenersi in salute per poter approfondire le proprie conoscenze e proteggere la nostra terra
  • approfondire la filosofia dell’arte marzaile per migliore sè stessi
  • costruire e migliorare la loro moralità, la vita e il lavoro

 

M° Huynh Anh Hai